INIZIATIVE

“GUSTO E SALUTE: UN’ALLEANZA POSSIBILE” le ricette della prima serata

di Autore Aspnat on 14/12/2016

A richiesta dei partecipanti, pubblichiamo la ricetta di pasta, ceci e zucca che è stata magistralmente preparata da Tommaso Ciavarella.

Perché unire questi legumi con la zucca? I ceci sono molto ricchi di acidi grassi omega 3, efficaci alleati del sistema cardiovascolare; infatti, aiutano a controllare la pressione arteriosa e ad aumentare i valori del colesterolo buono (HDL), riducendo i livelli di colesterolo cattivo (LDL)Inoltre, i ceci grazie al contenuto di folato, aiutano a regolare un aminoacido presente nel sangue, l’omocisteina, che a valori elevati, accresce il rischio di insorgenza di eventi cardiovascolari. I ceci sono ricchi di sali minerali, soprattutto magnesio, calcio, fosforo e potassio e di vitamina B e C; non contengono glutine, pertanto, possono essere consumati anche dai celiaci.La zucca è un alimento a basso contenuto di calorie, ricca di caroteni che hanno caratteristiche antiossidanti e antinfiammatorie. Alla zucca vengono riconosciute proprietà diuretiche e calmanti, è quindi una preziosa alleata del sistema cardiocircolatorio.

Inoltre, è stato servito il Pan Drion, un dolce della tradizione sanseverese, a base di mandorle e cioccolato fondente, una accoppiata vincente per i benefici che l’uso di questi alimenti può dare al cuore.Le mandorle sono una preziosa fonte energetica con proprietà anti-colesterolo, ricche di vitamina E, magnesio, ferro e calcio, utili, quindi, per la salute di arterie e cuore.Svolgono una importante azione antiossidante, sono indicate per la salute della pelle, delle ossa e contro l’anemia.Le mandorle, inoltre, migliorano la sensibilità verso l’insulina per questo sono consigliate anche alle persone affette da diabete di tipo 2.Per la gioia dei golosi, molti studi scientifici hanno validato questa tesi: l’uso di cioccolato fondente aumenta del 20% le concentrazioni di antiossidanti nel sangue del 20%, quindi, fa bene al cuore

 

Allegati

Autore Aspnat“GUSTO E SALUTE: UN’ALLEANZA POSSIBILE” le ricette della prima serata